La Bottega

LA BOTTEGA NELLA ROCCIA

Le indagini di mercato degli ultimi anni confermano che si sta affermando il profilo di un “nuovo” turista, sempre più curioso, attento ed esigente, motivato a conoscere, non solo i monumenti, le tradizioni gastronomiche, l’arte ed il paesaggio, ma anche i vecchi mestieri di una volta ed i prodotti artigianali.

E’ un ritorno al passato, agli antichi sapori e piaceri.

E’ la riscoperta della memoria delle proprie origini, attraverso un “viaggio” che unisce “indissolubilmente” luoghi, uomini, mestieri e giacimenti gastronomici.

I Beni Culturali, la nostra storia culinaria e l’artigianato diventano straordinari canali di comunicazione di cultura, valori e sapori, con l’effetto finale di stimolare ed incuriosire il turista, propenso a scegliere le mete turistiche che rispondono a questi “canoni piuttosto che altre.

Considerato appunto che il destinatario di questo messaggio è proprio un
TURISTA ATTENTO, CURIOSO, ESIGENTE E MOTIVATO COME SEI TU,
TI INVITIAMO a visitare a CACCAMO questo piccolo e suggestivo contenitore quale è:

LA BOTTEGA NELLA ROCCIA

A due passi dall’entrata nel più bel Castello di SICILIA, troverai una serie di prodotti tipicamente siciliani che dispongono di un marchio e rispondono a piccole nicchie di grandissima qualità:
CERAMICHE PITTURATE A MANO – OLIO E MARMELLATE BIOLOGICHE – POSTERS – PUBBLICAZIONI E CARTOLINE – VINI PASSITO MOSCATO MARSALA MAL VASIA – ARTICOLI IN RAME FERRO BATTUTO E LEGNO – LIQUORE DI FICODINDIA E NOCCIOLE – ROSOLIO E LIMONCELLO – MIELE – SOUVENIRS – CAPPERI – PIGNOLATA – CESTI – PANIERI – ORCETTI – PANETTONI E COLOMBE ARTIGIANALI.

L’accoglienza turistica, le informazioni sul nostro borgo medievale e su diverse località dell’Isola Ti saranno fornite dall’ASSOCIAZIONE CULTURALE SICILIA E DINTORNI e da chi per questo è in grado di dare “un’anima ad una semplice escursione” in quanto Ti saranno proposti percorsi pensati e realizzati da persone che nel territorio vivono e lavorano.

E come se tutto ciò non bastasse ! (si dice infatti che “ il vino più buono sta nelle botti più piccole”) sullo sperone roccioso del castello è possibile visitare la “MOSTRA SUL CICLO DEL GRANO” strumenti ed oggetti dell’antica civiltà contadina esposti nella cucina resa particolarmente suggestiva dalle mattonelle blu e bianche e dalle pareti in roccia illuminate da fari colorati con un forno, perfettamente funzionante, che risale ad oltre cento anni fa.

GRAZIE PER AVERE SCELTO CACCAMO E LA SICILIA.

Scriveva Wolfgang Goethe: L’Italia senza Sicilia non lascia immaggine nello spirito, soltanto qui è la chiave di tutto.